Estrattore succo Bialetti: la storia, i modelli e la recensione

estrattore di succo Bialetti

Oltre a produrre caffetterie di pregevole qualità, Bialetti include nella propria gamma anche altri accessori, un’azienda altamente affidabile ed esperta che attualmente vanta numerosi punti vendita sparsi su tutta l’intera penisola e pure in altri Paesi europei. Conquistata un’ottima fama grazie alle macchine da caffè, realizza oggi tanti prodotti per la tavola e la cucina, tra cui piccoli elettrodomestici, accessori e stuzzicanti idee regalo. Nel corso della sua storia ha diffuso precisi valori, legati in maniera inscindibile alla cultura italiana, intesa sia come design sia come stile, in linea con la tradizione. Le sue origini risalgono esattamente a un secolo fa, nel 1919, quando in provincia di Verbania aprì un’officina per semilavorati in alluminio, ma il boom arriva un decennio più tardi, con la macchina da caffè Moka Espress, dedicata alle casalinghe.

Estrattore succo Bialetti: la storia fino ai giorni nostri

È il 1993 quando Rondine, azienda leader nella produzione di pentolame antiaderente, acquisisce la Bialetti: nel 2001 nasce dalla fusione il Gruppo Bialetti Industria Spa, che proseguirà tramite l’acquisizione dei brand Gem, Aeternum e Girmi (poi ceduto). Il processo di espansione attuato porta la Bialetti ad avviare nel 2006 il progetto Bialetti Store, in cui affluiscono le differenti tipologie dei punti vendita (outlet, retail e factory), mentre dodici mesi dopo la Bialetti Industrie arriva alla quotazione in borsa. Con il progetto I Caffè d’Italia, nel 2010 la Bialetti esordisce nel settore delle capsule per espresso e attualmente la rete conta su oltre 180 store monomarca, aperti sia in Italia che all’estero, occupando una posizione di leadership sia per il caffè sia per i disparati prodotti riservati alla cucina.

Ped Estate 2017 e Red Bialetti: i modelli in listino

In aggiunta a Red Bialetti, la Bialetti ha lanciato Ped Estate 2017, una linea di elettrodomestici pratici e funzionali concepiti per soddisfare qualsiasi esigenza per preparare estratti di frutta sani nonché gustosi, moderni nelle forme e vivaci nei colori della base, richiamanti l’estate (verde e giallo). Tonalità fresche, allegre e al passo coi tempi donano personalità alla cucina, in cui rientra l’estrattore succo Bialetti. Nella gamma Elettrodomestici c’è inoltre spazio per Red Bialetti, facilmente riconoscibile grazie al corpo in acciaio inox verniciato in rosso intenso. Il modello SLW05 presenta dimensioni di 17 x 25 x 47 e pesa 5 kg; SLW04 dimensioni di 15 x 22 x 48 e pesa 5 kg; SLW03 dimensioni di 16 x 25 x 43 e pesa3 kg, CEN01 dimensioni di 17 x 23 x 46 e pesa 5 kg.

Succo estratto il 30 per cento in più rispetto alla media

L’apparecchio è studiato su misura per succhi a freddo, con tecnologia senza lama e a spremitura lenta, per preparare bevande che conservino il più possibile sali minerali, vitamine e tanti altri nutrienti essenziali per l’organismo. Grazie alla particolare tecnica, produce il 30 per cento circa di succo ulteriore, in confronto alle tradizionali centrifughe e permette di preservare le salutari sostanze attinte da frutta e verdura, inoltre è utile anche a spremere verdure con foglia larga. Notevole la facilità d’uso: basta affettare prima gli alimenti in piccoli pezzi e in pochi minuti l’estrattore preparerà il drink, consumabili in qualsiasi momento durante la giornata. Relativamente ad alimenti come, per esempio barbabietole, notoriamente difficili da spremere, si suggerisce di tagliarle in tanti pezzettini oppure in strisce spesse un centimetro, prima di introdurle nella tramoggia, così da non spingere l’apparecchio troppo al limite delle sue capacità.

Se si blocca, inverte il senso di direzione

È preferibile non immettere troppi ingredienti insieme, ma lasciare che il macchinario sprema pochi ortaggi. La pratica funzione Reverse consente al motore di non bloccarsi e di continuare a lavorare. Qualora, a causa di congestione, si registrino problemi, l’estrattore succo Bialetti inverte rotazione, premendo l’apposito interruttore collocato verso il basso. Una imboccatura facilita l’introduzione di alimenti extra large da 75 mm e anche di alimenti interi.

La capacità del contenitore è pari ad un litro, così come per gli scarti; il motore DC, particolarmente silenzioso, genera una potenza di 150 W nei modelli SLW05, SLW04 e CEN01, mentre di 220 nel modello SLW03, e i giri motore del Slow Juicer Red Bialetti sono di 65 RPM. L’estrattore, coperto da garanzia per 2 anni (a partire dalla data di consegna), è nel complesso un signor prodotto, con un rapporto qualità/prezzo parecchio allettante se si desiderare preparare direttamente a casa succhi di frutta e/o di verdura gustosi e salutari.

Hurom One Stop H-AI Estrattore di succo 200W Blu, Acciaio inossidabile
3 Recensioni
Hurom One Stop H-AI Estrattore di succo 200W Blu, Acciaio inossidabile
  • Dimensioni 160x296x435 mm
  • Capienza Brocca 500ml - Velocità spazzola rotante / Coclea: 23 giri al min. / 60 giri al min.
  • Consumo energetico 200 W
  • Garanzia ITALIA 10 anni motore e 2 anni le componenti
  • Filtri in dotazione 2: Fori stretti / Fori larghi

Lavaggio e manutenzione facili

Gli acquirenti apprezzano, poi, la semplicità delle operazioni di lavaggio e manutenzione, notoriamente impegnative. Una volta aver concluso l’utilizzo del macchinario, si estraggono tutti gli accessori per passare dunque alla pulizia di ciascun componente, escluso il corpo motore. La pulizia avviene mediante acqua tiepida e normali detergenti per stoviglie, a basso contenuto di agenti alcalini. L’estrattore di succo Bialetti prevede in dotazione un comodo spazzolino provvisto di setole, che agevola la pulizia del filtro di ogni residuo della spremitura, atto anche a raggiungere gli angoli più remoti, idoneo per una pulizia quanto più minuziosa.

 

Ricettario compreso nel libretto delle istruzioni

Spugne metalliche o abrasive sono sconsigliate, in quanto rischierebbero di arrecare danno, altrettanto lavare gli accessori in lavastoviglie. I pezzi in plastica che, in seguito alla lavorazione di alcuni alimenti coloranti (ad esempio il pomodoro o le carote), rimangono macchiati, possono essere riportati allo stato originario, passando un batuffolo imbevuto con olio di semi o di oliva. Dopo aver asciugato e riassemblato, l’estrattore bisogna sistemarlo in un luogo asciutto. Per chiunque che, spinto dalla curiosità, intenda provare varie ricette, è presente un ricettario, incluso nelle ultime pagine del libretto delle istruzioni. Tra le sfiziose soluzioni, estratti al pompelmo, alla zuppa di mais, a base di papaya, alla marmellata di uva, al kiwi, al latte di mais e mandorle, agli spinaci e al cetriolo. Ciascuna delle preparazioni è realizzabile senza nessuna fatica con l’estrattore succo Bialetti.

 

Leggi anche la recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *